/ Eventi

Spazio Annunci della tua città

Centralissimo vicinissimo mare in viale Martiri della Liberta` contratto transitorio non residente massimo 18 mesi...

Centrale via Aurelia n.91 a 80 metri mare con parcheggio pubblico a 15 metri contratto 6+6 negozio in ordine 60mq. e...

Centrale via Aurelia n.91 a 80 metri mare con parcheggio pubblico a 15 metri contratto 6+6 negozio in ordine 60mq. e...

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | martedì 05 luglio 2016, 11:56

A Pietra Ligure l'evento conclusivo del progetto europeo SMILE

Per maggior informazioni è possibile consultare il sito www.life-smile.eu oppure inviando una richiesta all’indirizzo life-smile@liguriaricerche.it

Si chiama SMILE (Strategies for Marine Litter and Environmental prevention of Sea pollution in coastal areas) e ha l’obiettivo di preservare le nostre coste dal marine litter e dall’abbandono dei rifiuti. A quasi tre anni dal lancio, oggi in Comune a Pietra Ligure sono stati presentati i risultati del progetto, finanziato dal Programma Life dell’Unione Europea, che ha visto collaborare Regione Liguria, i Comuni di Pietra Ligure, Tovo San Giacomo, Giustenice e Magliolo, Legambiente Liguria, OLPA, ARPAL e Liguria Ricerche. Nella sala del consiglio comunale di Pietra Ligure erano presenti i partner e numerosi Comuni delle province di Savona e Imperia,  interessati ad approfondire i temi della gestione e prevenzione del fenomeno dei rifiuti marini e ad estendere l’esperienza del Maremola ad altre realtà.

 

SMILE, basato su un approccio costa-entroterra che mira a ridurre l’apporto di rifiuti da terra - si è sviluppato lungo quattro direttrici, ovvero la conoscenza del fenomeno, la creazione di un sistema di strumenti di gestione ambientale, lo sviluppo di una APP denominata Trashpic ela comunicazione.

Per quanto riguarda il primo punto ARPAL ha testato nuove tecniche di monitoraggio su spiaggia e in acque poco profonde che permettono di acquisire informazioni sulle fonti dei rifiuti e di classificare con precisione quello che troviamo lungo le nostre coste. Con il supporto di OLPA – Osservatorio Ligure Pesca Ambiente - che ha formato e messo a disposizione veri e propri operatori scientifici subacquei è stato possibile studiare anche i rifiuti che si trovano sui fondali marini. Grazie a OLPA– è stato inoltre sperimentato un sistema di reti che intrappolano i rifiuti alla foce dei corsi d’acqua con il fine di censirli e studiarli come veri e propri rifiuti marini.

Nel corso di SMILE è stato messo a punto un modello di gestione dei rifiuti a livello comprensoriale per il territorio del Maremola. I Comuni che si affacciano su questo bacino – Pietra Ligure, Giustenice, Magliolo e Tovo San Giacomo – hanno costituito un gruppo di lavoro permanente nell’ambito del quale è stata definita una strategia locale per la gestione dei rifiuti che ha individuato sistemi di raccolta e recupero efficienti. Obiettivo dell’iniziativa è stato ottimizzare le risorse di ogni amministrazione e adottare un approccio integrato alla problematica dei rifiuti. Il risultato è stata la creazione di un Sistema di gestione Ambientale per il Marine Litter che potrà essere applicato da altre amministrazioni pubbliche interessate a migliorare la qualità delle loro spiagge. È stato inoltre definito un modello di capitolato per il bando del servizio di raccolta dei rifiuti rivolto alle pubbliche amministrazioni: realizzato da Comune di Pietra Ligure, Liguria Ricerche e Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Il capitolato integra i Criteri Minimi Ambientali (CAM)  e una serie di buone pratiche per prevenire ed abbattere la presenza dei rifiuti in mare ed inoltre è strutturato secondo un approccio graduale e prevede 3 profili differenziati. Per scoprire il bando più adatto a loro, le amministrazioni possono effettuare un test facile e veloce disponibile sul sito SMILE. Altro risultato interessante del progetto SMILE è stata l’implementazione di Trashpic, la prima App per smartphone elaborata da Olpa in collaborazione con Coop.19, che non solo permette di segnalare la presenza di rifiuti abbandonati sul territorio ma anche di rimuoverli e smaltirli correttamente. Elaborata, testata e diffusa in questi ultimi due anni, Trashpic ha permesso di risolvere circa 150 casi   grazie ad un sistema di segnalazioni geo-referenziate che comunica direttamente con le  aziende che gestiscono la raccolta, garantendo un intervento tempestivo.

 

Ad accompagnare le iniziative, una costante attività di sensibilizzazione su tutto il territorio con Legambiente e i Comuni del Maremola in prima fila. Tra le iniziative - rivolte a giovani e adulti - molto apprezzata è stata la campagna estiva messa in atto contro gli abbandoni dei mozziconi sulle spiagge di Pietra Ligure, così come gli Smile Campus, campi estivi  per ragazzi di tutte le età impegnati in prima persona nelle attività di comunicazione, un’esperienza all’insegna del turismo sostenibile nel rispetto  dell’ambiente,  scoprendo  e  mettendo  in  pratica abitudini ecologiche anche attraverso azioni quotidiane.

 

Per valorizzare il patrimonio di esperienza acquisita durante SMILE, i partner stanno portando avanti incontri sul territorio della Liguria per coinvolgere altri enti nell’adozione degli strumenti messi a punto dal progetto che sono a completa disposizione dei Comuni che ne faranno richiesta.

 

Per maggior informazioni è possibile consultare il sito www.life-smile.eu oppure inviando una richiesta all’indirizzo life-smile@liguriaricerche.it

cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore