/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | mercoledì 23 agosto 2017, 17:56

Albenga, sequestrati 15 kg di hashish e 100 dosi di cocaina: in manette un 31enne marocchino

L’uomo è stato notato dai Carabinieri mentre percorreva a piedi via Levi Montalcini

Albenga, sequestrati 15 kg di hashish e 100 dosi di cocaina: in manette un 31enne marocchino

Una brillante operazione antidroga è stata condotta dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile e della Stazione di Albenga, che questo pomeriggio ha portato all’arresto di un cittadino marocchino di 31 anni, per detenzione di un’ingente quantitativo di droga.

L’uomo è stato notato dalle pattuglie mentre percorreva a piedi via Levi Montalcini di Albenga ed è stato fermato. I militari lo hanno controllato trovandogli nelle tasche le chiavi di una autovettura Audi A/4. Alle prime domande lo straniero ha iniziato ad essere contraddittorio ed evasivo. Il capo equipaggio della Radiomobile, militare di vasta esperienza sulla strada, ha subito capito che qualcosa non andava nel racconto e ha chiesto di vedere ove fosse parcheggiata la macchina. L’uomo ha cercato di sviare le ricerche ma i militari, provando con il telecomando ad aprire tutte le Audi a/4 parcheggiate, alla fine hanno trovato quella giusta. È stata subito perquisita, e nel bagagliaio è stato trovato un borsone contenente 30 panetti di hashish per un peso complessivo di 15 kg.

Immediatamente è giunto sul posto personale del Nucleo Operativo che ha provveduto alla perquisizione dell’abitazione dove sono stati trovati ulteriori 107 involucri di cocaina pronta per lo spaccio, per un peso complessivo di 70 grammi; altri 2 etti di hashish e quasi 2.000 euro in contanti. 

Lo spacciatore, probabilmente il “pezzo più grosso” presente sulla piazza albenganese, vista la quantità di droga che gestiva, il cui valore sul mercato locale si aggira sui 200.000 euro, è stato immediatamente arrestato e su disposizione del Magistrato di turno è stato condotto nel carcere di Imperia.

La brillante operazione antidroga condotta senza particolari tecniche ma soltanto grazie alla professionalità e all’esperienza delle pattuglie dalla Compagnia Ingauna diretta dal Maggiore Sergio Pizziconi, la cui presenza sul territorio è stata intensificata, dimostra come la città, pur restando il crocevia dello spaccio di stupefacenti è strettamente controllata dai Carabinieri, che hanno come unica missione la sicurezza dei cittadini anche tramite la repressione dello spaccio di droga.

Le indagini nelle prossime ore proseguiranno a ritmo serrato per ricostruire l’intera “via della droga”, anche attraverso l’esame del traffico telefonico e telematico sui vari strumenti informatici e telefoni cellulari sequestrati a casa del trafficante.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore