/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 10 marzo 2018, 18:31

Pasqua senza spiaggia ad Alassio. Schivo: "Danni ingenti anche per le prenotazioni estive"

Il mare ha portato via la sabbia, avanzando fino alla passeggiata e portando via, in alcuni punti, oltre un metro di sabbia.

Pasqua senza spiaggia ad Alassio. Schivo: "Danni ingenti anche per le prenotazioni estive"

Anche se il meteo non sembra essere d’accordo, il calendario non mente, tra poco sarà primavera e la Pasqua è alle porte. Ancora una volta, tuttavia, l’inizio della bella stagione rischia di partire in ritardo ad Alassio.

Grande preoccupazione da parte dei gestori degli stabilimenti balneari che solitamente sfruttano l’arrivo dei turisti nel periodo pasquale per fare “assaggiare” un po’ di spiaggia e raccogliere le prenotazioni della stagione estiva. Il fatto è che quest’anno la spiaggia ad Alassio non c’è.

Il mare ha portato via la sabbia, avanzando fino alla passeggiata e portando via, in alcuni punti, oltre un metro di sabbia. Afferma Ernesto Schivo presidente dei Balneari: “Le spiagge più colpite sono state quelle centrali. Non abbiamo spiaggia e, a causa delle condizioni meteo e del mare, dubito proprio che si possa aprire a Pasqua. Il fatto è che è proprio in questo periodo che raccogliamo le prenotazioni per la stagione estiva, ma se la situazione è questa il danno per noi rischia di ripercuotersi anche a medio e lungo termine”.

Nei giorni scorsi ad Alassio i balneari avevano organizzato una conferenza sul Tecnoreef, una sorta di barriera soffolta che dovrebbe arginare il fenomeno dell’erosione dell’arenile.

“Il progetto, che ormai è pronto, deve solo essere finanziato, ma la Bolkestein e le difficoltà ad accedere ai fondi rischiano di far slittare ancora la realizzazione di questa che per Alassio e per noisarebbe un’opera importantissima” conclude Schivo.

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium