/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 02 giugno 2018, 09:58

Gestione ufficio informazioni turistiche Pietra, Carrara: "Provvedimenti che sono esempi di cattiva amministrazione"

Il capogruppo della lista civica dei Pietresi ha voluto esprimere tutto il suo dissenso sul tema della convenzione con alcuni comuni della Val Maremola per la gestione dell'ufficio informazioni turistiche.

Gestione ufficio informazioni turistiche Pietra, Carrara: "Provvedimenti che sono esempi di cattiva amministrazione"

Il capogruppo della lista civica dei Pietresi Mario Carrara ha voluto esprimere tutto il suo dissenso sul tema della convenzione con alcuni comuni della Val Maremola per la gestione dell'ufficio informazioni turistiche.

"Non abbiamo votato a favore, ma, anzi, l'abbiamo aspramente criticata, perché questa è una vera convenzione sul nulla! In cui, sostanzialmente, si stabilisce che l'ufficio informazioni turistiche di Pietra Ligure, gestito dal personale del Comune di Pietra Ligure, distribuirà il materiale propagandistico turistico dei Comuni di Tovo, Giustenice e Magliolo per le manifestazioni che verranno fatte in questi Comuni stessi. L'unico impegno che i tre Comuni della Val Maremola in argomento si assumono verso il Comune di Pietra Ligure è quello di fornirgli lo stesso materiale. Non c'è un impegno a dare 'qualcosa' in cambio al Comune di Pietra Ligure per il servizio che il nostro Comune rende loro, gratis et amore Dei. Il 'qualcosa' poteva essere rappresentato in termini di maggior estensione dell'orario di apertura dello stesso ufficio con del personale proveniente da quei Comuni, per esempio, nei giorni festivi o d'estate anche negli orari serali. Ma non c'è niente di niente in proposito. Solo l'attestazione che 'non ci sono oneri finanziari'. L'unico impegno, invece, è del Comune di Pietra Ligure a far propaganda gratis per gli altri" spiega Carrara.

"In questo contesto cosa ci guadagna il comune di Pietra Ligure? L'assessore Rembado ha dichiarato che noi siamo chiusi ad una politica comprensoriale verso cui si deve andare e che ci muoviamo in termini campanilistici, 'all'indietro'! Ma noi dobbiamo fare gli interessi del comune di Pietra Ligure, non di altri. Dobbiamo rispondere ai cittadini di Pietra Ligure. Parlare di una politica comprensoriale avrebbe avuto senso, ad esempio, se fossero stati stampati nuovi dépliant con tutti e 5 i Comuni della Val Maremola (Borgio compreso, con le sue grotte ed il suo teatro), in cui fosse stato promosso il territorio di tutti i comuni stessi e delle loro manifestazioni: Pietra compresa. Ma una cosa del genere non è stata fatta. Quindi, il comune assume solo degli obblighi per gli altri, stabilendoli e fissandoli in una convenzione amministrativa vincolante, senza guadagnarci nulla. Dando solo, senza ricevere. È per questo che abbiamo votato contro" continua.

"Provvedimenti come quello in argomento, portati in Consiglio Comunale solo per fare del 'fumo che si fa qualcosa', in realtà, rappresentano dei veri esempi di cattiva amministrazione verso la nostra città. Argomenti fatti di tante parole di propaganda, basati sul 'nulla'. Una amministrazione che non fa gli interessi di Pietra, ma che 'tira a campare' facendo solo dello 'sciaratto' su argomenti inconsistenti. Purtroppo, anche in questo caso, l'opposizione si è divisa, per cui c'è stato chi, 'collaborazionisticamente' ha votato favorevolmente ad una scempiaggine del genere" conclude il capogruppo della lista civica dei Pietresi.

cs

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium