/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 20 ottobre 2019, 10:56

"Botta e risposta" tra Forzano e Santi sulla ciclopedonale di Legino a Savona (FOTOgallery)

Il presidente del Comitato Casello Albamare: "Progettata male e pericolosa". La replica dell'assessore: "Piena stima e fiducia verso i miei funzionari tecnici"

"Botta e risposta" tra Forzano e Santi sulla ciclopedonale di Legino a Savona (FOTOgallery)

Alla luce dell’allerta meteorologica di questi giorni, il Presidente del Comitato Casello Albamare, Paolo Forzano, non risparmia severe critiche alla pista ciclopedonale nel quartiere savonese di Legino.

Commenta Forzano: “Nuovi lavori pista ciclopedonale a Legino. Piove! “Laghi” e “piscine” che si creano perchè i “livelli” non sono corretti, e le pendenze non sono tali da convogliare l’acqua nei tombini! 

I tombini ci sono, ma non sono stati posizionati correttamente. I pedoni ed i ciclisti sono costretti ad attraversare bande d’acqua e sono costretti quindi a bagnarsi, quando con le corrette pendenze ci dovrebbe essere solo un velo d’acqua a terra.

Che dire poi dei cordoli? Pericolosi! Messi a dividere pedoni da ciclisti come una barriera punitiva: chi sgarra è punito! Io sono stato per decenni un seguace e corretto applicatore della disciplina “human factors”: fare opere che non siano di pericolo a chi eventualmente “sgarra”; segnalare, porre cordoli appena sopraelevati di uno o due centimetri, di colore evidente, zigrinati, ma in nessun caso pericolosi per chi dovesse attraversarli, pedone, ciclista, mamma con carrozzina, persona disabile”.

Forzano correda le sue affermazioni con una ricca carrellata di scatti fotografici (visibile nella nostra fotogallery).

Replica così l’assessore ai lavori pubblici del Comune di Savona, Pietro Santi: “Il mio ruolo istituzionale prevede che io dia alle opere un indirizzo politico, non tecnico. Tuttavia posso dire che ritengo validi i funzionari tecnici del nostro Comune, li stimo e li ritengo degni della mia più totale fiducia. In ogni caso ci tengo a precisare che qualsiasi consiglio o suggerimento è sempre ben accetto, per cui al termine di questo stato di allerta tracceremo un bilancio della situazione e faremo le nostre considerazioni”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium