/ Attualità

Attualità | 28 giugno 2011, 15:04

Vecchio San Paolo, riciccia Silvan Bofill. Il pubblico vende, il privato compra, con pochi contanti. Ma chi è il privato?

Comune e Asl2 fanno affari d'oro: ricevono 501 mila euro per un immobile che vale (almeno) dodici volte di più. Ma con promesse di aree "negoziabili". L'uovo, oggi e la gallina domani, forse. Intanto la San Paolo Spa che si compra per una mancia lo storico palazzo potrà già usarlo come garanzia a valore pieno per fare altre operazioni? E perchè non l'hanno realizzata Comune e ASL 2 questa eterna ristrutturazione? Troppo difficile con 5000 dipendenti? E chi c'è dietro l'affarone?

Vecchio San Paolo, riciccia Silvan Bofill. Il pubblico vende, il privato compra, con pochi contanti. Ma chi è il privato?

A Savona gli affari si fanno, eccome. Per l'ennesima volta e a giorni è annunciata la firma per il passaggio di proprietà del ghiotto immobile nel cuore della città, dopo tempo e arbusti immemorabili.


Ignoranza nostra forse, ma l'iter non appare chiarissimo. Quel che appare invece chiarissimo è che a comprarsi un altro pezzo di città per farne una specul... pardon, una valorizzazione sarà la San Paolo Spa. 


E "chi" è la San Paolo Spa?

Niente a che vedere con l'omonima banca. Un po' come ad Albisola Superiore: la società che ha raso al suolo - pardon, valorizzato - l'antico e bellissimo Asilo Balbi per farci un altro bel cementone si è chiamata... Balbi Srl.


La San Paolo Spa sarebbe stata messa in piedi ah hoc per l'operazione ospedale nel febbraio 2006 ha sede legale è in Corso Italia 27/2, a pochi passi dal Comune di Savona, che insieme a sorella ASL 2 con un Neirotti freschissimo di odierna riconferma per meriti acquisiti, è la parte che vende.

Quindi, di nuovo, un edificio storico e pubblico, viene mollato a privati secondo una consolidata tecnica per tentare di far cassa (poca) per i disastrati bilanci comunali e sanitari che si dibattono nel rosso derivato nonostante un fior fiore di revisori e sindaci.

San Paolo Spa Capitale sociale 120.000 Euro con conferimento in "denaro", la metà del valore di un due locali.

I proprietari:

DOMOI SRL Gruppo Parfiri / Bagnasco / Ecosavona etc con € 65.880

ALFA Costruzioni Edili SRL (BARBANO - Metalmetron etc) con € 42.000

E.M.I. del Geom. BAGNASCO Giampaolo e Alfio S.n.C. con € 12.000

UNIECO Società Cooperativa (Metalmetron dove il geometra non ama le foto ed ex Balbontin i loro principali cantieri con Scavo - Ter)

Unieco di Reggio Emilia ci mette nientemeno che 120 Euro (centoventi), il prezzo di una cena tra amici.

 

Il presidente del consiglio di amministrazione della San Paolo Spa che otterrà da Comune e ASL2 il vecchio ospedale savonese non è una new entry: BAGNASCO Maurizio, patron delle discariche (Ecosavona, Bossarino, Geotea Milano e Lussemburgo / Bermuda), presidente dell'Ente Scuola Edile costruito in zona esondabile, patron della Parfiri, che possiede il cantiere di Lavagnola dove andò a fuoco una trivella pochi gliorni dopo i recenti arresti savonesi, che con la Tersia Srl si sta mettendo nell'Eolico (a Erli ad esempio), che con la fondazione Bagnasco ha finanziato parte dei lavori della casa di riposo Bagnasco nell'area di Monticello a Savona etc etc etc

Consigliere delegato Fabrizio Barbano di Vado Ligure, amministratore unico dell'omnipresente ALFA costruzioni edili, che sta tra l'altro conludendo in darsena uno splendido palazzotto in stile.

Consiglieri il cuneese Carlo Revelli e Giampaolo Bagnasco dell'omonima impresa parente di Cengio (SV) attiva praticamente in tutti i cantieri del savonese inclusi quelli di cui sopra e controllante la discarica de La Paleta, parte della quale sequestrata dalla Procura della Repubblica di Savona con l'inchiesta "Terre sporche" e precedentemente assai frequentata dai camion della Scavo-Ter immortalati in loco al lavoro in un ricco book fotografico curato da Casa della Legalità e della Cultura Onlus. La documentazione a scanso di equivoci è già nella disponibilità di Prefetture e Procura.

 

Poi ci sono i Sindaci / Membri degli organi di controllo:

Silvio Auxilia di Albisola Superiore

Norberto Rolandi di Savona già sindaco di Scavo - Ter

Maurizio Maricone di Savona, nr.1 di TPL Linea e già sindaco di Scavo - Ter

Guido Albezzano, già presidente del collegio sindacale di Scavo - Ter e di Tradinvest e del gruppo FondoCasa Spa di Albenga che la possiede

Giovanni Acatte di Albisola Superiore


Salvo sviste il 23 giugno 2009 vengono iscritti nelle cariche di consiglieri anche l'arch. Riccardo Ferrero, il geom. Mauro Pera, Lorenza Dellepiane - che non viene indicata nè presente nè cessata - come Angelo Parodi, mentre Paolo Vittorio Tomatis cessa la sua carica il 19/08/2010

Con l'assemblea ordinaria che chiude e approva "l'esercizio" al 31/12/2009 arrivano le dimissioni di Mauro Pera per motivi personali, l'assemplea delibera la nomina dell' ing. Carlo Buzzi fino al 31/12/2011, senza compenso.

Firmato, il segretario Silvio Auxilia, il presidente Maurizio Bagnasco

Il Bilancio 2009 registra una perdita di ca. 36.000 Euro.

Per la "valorizzazione del progetto" sembrano disponibili a bilancio 753.559 Euro dei 999.000 versati in conto capitale.

Domani la firma...?

E scusate la faciloneria: siamo sicuri di si, mauna gara c'è stata?

Si perdonino eventuali imprecisioni. Tutti i dati sono tratti da documenti camerali pubblici non sempre completi...

 

 

mpm

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium