/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 08 dicembre 2018, 16:20

Ospedale Cairo, Di Sapia: "Si poteva evitare la privatizzazione con il riconoscimento di area disagiata"

Il segretario Dem cairese: "Erano state raccolte firme per la procedura di ospedale in area disagiata presso molti comuni valbormidesi, ma la Viale ha preferito aiutare gli amici lombardi della Lega"

Ospedale Cairo, Di Sapia: "Si poteva evitare la privatizzazione con il riconoscimento di area disagiata"

Gianni Di Sapia, segretario del Partito Democratico di Cairo Montenotte, commenta il percorso burocratico di privatizzazione dell'ospedale di Cairo Montenotte, con particolare attenzione al Pronto Soccorso: "Nella giornata di Giovedì si è chiuso l'iter per l'assegnazione provvisoria dell'ospedale San Giuseppe di Cairo ai privati. I Consiglieri Leghisti della Regione Liguria continuano a sostenere che l'unico modo per rendere efficiente e riaprire il pronto soccorso dell'ospedale di Cairo era privatizzarlo, esattamente com'è stato fatto, ma secondo noi non è proprio così.

Si sono già dimenticati che sarebbe esistita anche la possibilità di riaprire il pronto soccorso pur mantenendo l'ospedale pubblico attraverso il riconoscimento d'ospedale d'area disagiata?

Riconoscimento per il quale tra l'altro erano state raccolte delle firme ed era stato approvato dalla maggior parte dei comuni valbormidesi.

Il problema è che la proposta, benché portata in commissione, non è mai stata presa in considerazione. Per l'assessore Viale è stato più facile cestinarla e depauperare la sanità ligure, il tutto per facilitare e favorire l'accesso dei privati lombardi, amici della Lega. Una scelta scellerata che porrà fine per sempre alla Sanità pubblica a Cairo; una procedura alla quale noi ci siamo sempre opposti, pur subendo critiche ingiuste".

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium