/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 08 aprile 2020, 19:05

Coronavirus. Vertice in prefettura a Savona, chiaro il messaggio: "Liguria chiusa per Pasqua"

L'appello di Riccardo Tomatis, sindaco di Albenga: "Amici delle seconde case, risparmiate i soldi della multa che prendereste venendo qui per stare qualche giorno in più in Riviera appena sarà possibile"

Coronavirus. Vertice in prefettura a Savona, chiaro il messaggio: "Liguria chiusa per Pasqua"

Questa mattina si è tenuto in videoconferenza il "tavolo della sicurezza e dell'ordine pubblico" per discutere il potenziamento dei controlli in vista del prossimo weekend di Pasqua. Hanno partecipato: il Prefetto Antonio Cananà, il Comandante Provinciale dei Carabinieri, il Questore di Savona, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, Il Comandante della Polfer di Genova, il Comandante della Polizia Stradale, il Presidente della Provincia di Savona, il Sindaco di Savona Ilaria Caprioglio, il sindaco di Albenga Riccardo Tomatis e il Comandante della Polizia Locale Enzo Montan.

Dopo un confronto tra forze dell'ordine e rappresentanti del territorio si sono tracciate alcune linee guida per il potenziamento dei controlli, in particolare quelli volti ad evitare gli arrivi in provincia di Savona di persone da altre località e Regioni. Approfittando delle belle giornate e della Pasqua, infatti, in molti, specie i proprietari di una seconda casa, potrebbero essere tentati a venire in Riviera. "La Liguria è chiusa per Pasqua" questo il messaggio che si vuole far arrivare. Non saranno tollerate eccezioni e, chi verrà sorpreso a tentare di recarsi in Riviera, oltre a subire la sanzione prevista, sarà invitato a fare immediato ritorno alla propria residenza abituale.

I controlli saranno serrati e coinvolgeranno tutte le forze dell'ordine impegnate sul territorio, non solo di giorno, ma anche di notte (in particolare per evitare gli arrivi "notturni" in Liguria da altre Regioni). La linea è unanime e i controlli saranno ad ampio raggio.

Il sindaco di Albenga Riccardo Tomatis a tal proposito lancia un appello: "La Liguria è splendida, ma oggi vogliamo dire ai nostri amici delle seconde case, di risparmiare i soldi della benzina e della multa che rischiano di ricevere venendo qui magari per passare qualche giorno in più in Riviera appena ciò sarà possibile".

"Ricordo anche ai miei concittadini che le è importante rimanere a casa. Ci si può spostare solo per necessità, lavoro o salute. Capisco la tentazione che il clima mite e il weekend di Pasqua porta con sè, ma chiedo a tutti uno sforzo. Non possiamo permetterci di abbassare la guardia proprio adesso. Solo continuando a rispettare la normativa vigente per limitare la diffusione del Coronavirus potremo uscire da questa emergenza sanitaria che, purtroppo, non è ancora finita" conclude il primo cittadino ingauno.

Comunicato Stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium