/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 08 aprile 2020, 17:25

Covid-19, dal Comune di Loano uno “sconto” sulla tassa per il suolo pubblico. Sospeso il pagamento degli accertamenti Imu

Le misure varate dall'amministrazione comunale per andare incontro ai cittadini ed alle attività commerciali ed imprenditoriali della città maggiormente penalizzati dal cosiddetto “lockdown”

Covid-19, dal Comune di Loano uno “sconto” sulla tassa per il suolo pubblico. Sospeso il pagamento degli accertamenti Imu

Uno “sconto” sul canone di occupazione permanente di suolo pubblico (Cosap), la sospensione del pagamento delle rate derivanti da accertamento Imu nonchè quelle relative alle ingiunzioni di pagamento ed il “recupero” dei giorni di stop dei cantieri edili in centro. Sono alcune delle misure varate dall'amministrazione comunale di Loano per andare incontro ai cittadini ed alle attività commerciali ed imprenditoriali della città maggiormente penalizzati dal cosiddetto “lockdown” stabilito dal governo per contenere la diffusione del Covid-19.

Nella sua ultima riunione dello scorso 1 aprile, la giunta del sindaco Luigi Pignocca ha deciso di concedere uno “sconto” a tutti quegli esercizi che occupano suolo pubblico in maniera permanente ma che sono stati costretti ad interrompere l'attività in ottemperanza a quanto previsto dal decreto del presidente del Consiglio dei Ministri dello scorso 11 marzo.

“Il versamento del canone – ricordano il primo cittadino loanese e l'assessore al bilancio Enrica Rocca – avviene di solito nei mesi di gennaio e febbraio dell'anno in corso. Abbiamo stabilito che, a valere sul canone 2021, tutte le attività in regola con il pagamento dell'annualità 2020 beneficeranno di un 'conguaglio' pari al periodo di sospensione ex lege dell'attività. Quindi ad esempio un bar dotato di dehors chiuso dall'11 marzo fino al termine del lockdown (ipotizziamo il 13 aprile) si vedrà scontare due mesi di canone. Qualora la durata del lockdown dovesse essere prolungata, il periodo oggetto dell'esenzione verrà esteso di conseguenza”.

Allo stesso modo, l'amministrazione loanese ha stabilito di sospendere fino al 15 giugno il pagamento delle rate derivanti da accertamento Imu (e delle relative ingiunzioni di pagamento) che hanno scadenza compresa tra l'8 marzo ed il 30 giugno. Chi lo desidera, tuttavia, potrà ugualmente versare l'imposta.

Anche i concessionari di posteggio dei mercati saranno aiutati: pagheranno il suolo pubblico solo per le giornate effettivamente fruite.

Altra misura riguarda i cantieri edili che occupano temporaneamente suolo pubblico (mediante ponteggi, lavorazioni o posizionamento di materiali edili) all'interno della cosiddetta Zona A del centro storico, cioè l'area delimitata da corso Europa, via Stella, via Damiano Chiesa, viale Libia, Campo Cadorna, corso Roma, piazzale Mazzini, via Martiri delle Foibe.

“Ogni anno – ricordano ancora Pignocca e Rocca – l'amministrazione impone un'interruzione dei cantieri del centro per il periodo compreso tra il 15 giugno ed il 15 settembre. In deroga a questa consuetudine, abbiamo stabilito di consentire ai concessionari di poter 'recuperare' i giorni di sospensione delle lavorazioni anche oltre il 15 giugno. Ovviamente a patto che queste non creino intralcio alle eventuali manifestazioni che si dovessero svolgere durante il periodo estivo”.

Queste, come detto, sono alcune delle misure che il Comune di Loano ha varato per andare incontro alle difficoltà riscontrate dai cittadini e dalle categorie economiche danneggiate dall'emergenza sanitaria dovuta alla diffusione del Covid-19. Altre iniziative, tuttora allo studio dell'amministrazione e degli uffici, saranno rese note una volta messe a punto: “Stiamo attraversando un momento complicato sotto tutti i punti di vista – afferma il sindaco Pignocca – Nelle ultime settimane il governo ha emanato diversi provvedimenti volti a dare un po' di sollievo ai nostri connazionali più penalizzati dal lockdown e alle attività impossibilitate a restare aperte e quindi a proseguire la produzione generando reddito. Come Comune è nostro dovere integrare queste misure con altre piccole e grandi iniziative più mirate, sia nei confronti delle fasce più deboli della popolazione che nei confronti delle attività produttive. L'amministrazione c'è ed è costantemente al lavoro su tutti i fronti. Insieme ce la faremo”.

Comunicato Stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium