/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 26 maggio 2020, 13:54

Borghetto, sì a 'tintarella' e bagno in mare. Chiuse le aree gioco per bambini

Maggiore libertà, ma anche pene più severe. Si va da un minimo di 100 ad un massimo di 600 euro per il mancato rispetto delle norme

Borghetto, sì a 'tintarella' e bagno in mare. Chiuse le aree gioco per bambini

Il comune di Borghetto Santo Spirito riapre i parchi, ma lascia chiuse le aree gioco per bambini. L'ordinanza è stata firmata dal sindaco Giancarlo Canepa. 

"La “tintarella” è garantita. Cosi come il bagno in mare rispettando il distanziamento sociale. Le mascherine sono obbligatorie anche all’aperto in tutti i casi dove ci possono essere possibili assembramenti o impossibilità di mantenere la distanza di 1 metro" spiega il primo cittadino. 

"Non potendo garantire una costante e periodica sanificazione, ho dovuto chiudere i bagni pubblici" prosegue. 

Maggiore libertà. Ma anche pene più severe. Si va da un minimo di 100 ad un massimo di 600 euro per il mancato rispetto. Applicando il doppio del minimo o un terzo del massimo, la sanzione “tipo” sarà di 200 euro. 

"Nei prossimi giorni emetterò ordinanza per consentire l’installazione del luna park, imponendo limiti e regole molto rigide sugli accessi" conclude il sindaco Canepa. 

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium