/ Al direttore

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Al direttore | 13 agosto 2020, 18:26

"Il 'negro' lo tratti così?". Le riflessioni di Gloria Bardi sul commento del medico finalese ai fatti di Vicenza

La professoressa, candidata con la lista "Sansa Presidente", invita il dottor Battaglieri a un esame di coscienza su quanto scritto ed esprime solidarietà a Massimo Gualberti

"Il 'negro' lo tratti così?". Le riflessioni di Gloria Bardi sul commento del medico finalese ai fatti di Vicenza

"Conosco Marco Battaglieri perché è il mio medico e abbiamo avuto figli compagni di scuola. Ha inoltre seguito con professionalità la recente gravidanza di mia figlia. Ho sempre trovato in lui affabilità e sollecitudine, anche se non abbiamo mai parlato di determinati argomenti.

Questo non significa che io sottovaluti ciò che ha avuto la sfrontatezza di pubblicare, al contrario devo aggiungervi l'aggravante del leonismo da tastiera, che mal si addice a una persona matura e che, in quanto medico di base, riveste un ruolo di pubblica responsabilità.

A dire il vero, qualche avvisaglia mi era giunta sempre da alcuni commenti su fb a miei post, che, con stupore, avevo trovato un po' aggressivi e razzistoidi.

Quanto ha ora scritto, 'il negro o lo tratti così o niente', oltre a distorcere al peggio il pensiero che andava a commentare, è di gravità inaudita e la cosa più eclatante è che venga da un medico, professione incompatibile con ostracismi razzisti o istigazione alla violenza.

La professione di medico è finalizzata alla cura, da prestarsi senza riserve e discriminazioni, come pure la professione infermieristica o la mia, di insegnante. Non si tratta di politica ma, ancor prima, di etica e deontologia. E la cosa più grave è la metastasi morale che il post sta generando, con commenti che difendono ad oltranza la brutalità dell’affermazione, reprensibili dal punto di vista etico, logico e grammaticale.

Vorrei sapere se Marco Battaglieri è fiero di questo fan club. Vorrei sapere se sarebbe disposto a ripetere ciò che ha scritto, anche a commento dei fatti di Minneapolis, perché la sua affermazione, tranciante e generalista, potrebbe farlo presumere. Vorrei sapere se a non poter essere trattate che così sono anche altre categorie di persone, ad esempio i drogati, come Cucchi, oppure i sovversivi dormienti della scuola Diaz. Siccome poi il personaggio malmenato era cubano, vorrei chiedergli se è a conoscenza del debito di gratitudine che la sanità italiana ha verso la sanità cubana, per la delegazione intervenuta durante la fase 1 della pandemia.

Chiedere risposte su questi punti, caro Marco, è, dal mio punto di vista, porgere alla tua, fin qui riconosciuta intelligenza e sollecitudine di medico, un buon salvagente. Anche chiedere scusa sarebbe buono e giusto.

Esprimo infine solidarietà a Massimo Gualberti, sul cui profilo è comparso il commento incriminato, i cui orientamenti politici sono diversi dai miei ma che conosco come persona riflessiva e intellettualmente onesta".

Lettera firmata

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium