/ Sanità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Sanità | 01 ottobre 2020, 13:25

Savona, tamponi per una classe del Boselli Alberti: sospese le lezioni

Dopo la chiusura delle scuole medie, i 4 positivi al Don Bosco di Alassio e il caso al comprensivo di Cairo, un ulteriore problema per le scuole savonesi

Savona, tamponi per una classe del Boselli Alberti: sospese le lezioni

Dopo la chiusura degli istituti di via Machiavelli e via Bove a Legino delle scuole medie Moltalcini di Savona a causa di una positività al Coronavirus di un'insegnante, le 4 positività (uno dei quali il direttore, Don Giorgio Colajacomo) all'Istituto Don Bosco di Alassio e il caso all'istituto comprensivo di Cairo Montenotte, all'istituto Boselli Alberti per una classe sono state sospese le lezioni in presenza.

Questo pomeriggio secondo il protocollo stabilito dalla scuola con l'Asl2 la classe dovrà sottoporsi al tampone in piazzale Amburgo.

Alle famiglie è stata data comunicazione della sospensione delle lezioni da parte della dirigenza scolastica.

 

"Nel rispetto della privacy delle persone coinvolte non si rilasciano dichiarazioni. La scuola agisce in sinergia con il dipartimento di prevenzione attuando i protocolli di sicurezza e comunicando le informazioni direttamente agli interessati. Comunque la didattica non è sospesa in alcuna classe: casomai si svolge, laddove necessario, in modalità digitale sincrona" ha spiegato la dirigente del Boselli Alberti.

Domenica scorsa la Asl aveva dato comunicazione che gli alunni di cinque classi dell'Istituto comprensivo IV "G. Marconi" delle scuole medie di Savona "Rita Levi Montalcini", due di via Machiavelli e tre della succursale di Legino in via Bove avrebbero dovuto stare in isolamento obbligatorio per 15 giorni. Poi la dirigente scolastica aveva optato per la chiusura dei due plessi in quanto alcuni professori di altre sezioni sono stati in contatto con l’insegnante risultato positivo al Covid19.

Gli stessi devono fare il tampone prima di rientrare a scuola e, visto il numero ridotto di insegnanti (causa mancate nomine), non ce ne sarebbero sufficienti a coprire le altre classi non in quarantena.

La dirigente aveva inviato una lettera ai genitori spiegando che da lunedì sarebbe stata attivata la didattica a distanza, per tutte le classi dell'Istituto.

Luciano Parodi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium