/ Attualità

Attualità | 23 ottobre 2020, 09:15

Al "Petricore Farm Bistro" di Finalborgo una cena particolare: ogni piatto aveva come ingrediente base il caffè

Un'idea nata dopo il lockdown tra Lorenzo Ighina, Massimo Strobino, Alessio Buscaglia (rispettivamente proprietario, chef e sous chef del ristorante Petricore) e la torrefazione Giovannacci Caffè

Al "Petricore Farm Bistro" di Finalborgo una cena particolare: ogni piatto aveva come ingrediente base il caffè

Ieri sera a Finalborgo presso "Petricore Farm Bistro" si è tenuta una cena particolare... Ogni piatto infatti aveva come ingrediente di base il caffè, sapientemente abbinato dallo chef Massimo Strobino, classe 1973, figlio d’arte proveniente da una famiglia di ristoratori, con alle spalle una esperienza professionale a livello internazionale Hotel de Paris Montecarlo, Grand Hyatt Westin a Taipei, Robuchon a Parigi e Gruppo F1 a Stoccolma. 

La cena è frutto di un percorso, di una collaborazione lunga mesi e prende vita da un’idea nata appena dopo il lockdown tra Lorenzo Ighina, Massimo Strobino, Alessio Buscaglia (rispettivamente proprietario, chef e sous chef del ristorante Petricore) e la torrefazione Giovannacci Caffè. Una cena di ricerca, sperimentale, alla ricerca di nuovi aromi e di nuovi accostamenti.

Francesco Giovannacci ci spiega che i caffè utilizzati dallo chef sono stati scelti in base alle loro caratteristiche aromatiche e portati come ingredienti alla base dei piatti rigorosamente in singola origine, ovvero non miscelati! “Ogni singolo caffè, proveniente da ogni parte del mondo ha delle caratteristiche uniche, date dalla varietà, dall’altitudine della coltivazione, dal metodo di lavorazione. Tutte le origini scelte sono caffè che crescono non al di sotto dei 1500 metri sul livello del mare, fino ad arrivare come nel caso dell’Ethiopia Sidamo ad una altitudine della piantagione di 2000 metri, il che conferisce una qualità aromatica unica, che fa di questo caffè uno dei migliori caffè al mondo”.

L’idea di unire caffè e cucina ci spiega ancora Francesco: “Nasce innanzitutto dalla voglia di scoprire qualcosa di nuovo e dalla voglia di divertirsi sempre tra professionisti e amici, lavorando sempre con passione e curiosità! È qualche anno che abbiamo iniziato a renderci disponibili e ad organizzare questo tipo di eventi con chef di alto livello perché crediamo che siano situazioni innovative importanti per divulgare sempre di più la cultura del caffè di alta qualità, per divulgare la nostra filosofia, la nostra passione e la nostra storia”.

Una bellissima cena tenutasi nel totale rispetto delle attuali normative vigenti.

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium