/ Cronaca

Cronaca | 27 ottobre 2020, 11:00

Covid-19: boom di contagi anche nell'entroterra di Genova e Savona

Il sindaco del comune di Urbe Fabrizio Antoci: “Incomprensibile disorganizzazione con ASL 2 per fare tamponi e tracciamenti”

Covid-19: boom di contagi anche nell'entroterra di Genova e Savona

Non sono solo le coste e le città ad essere alle prese con l’aumento dei contagi da Coronavirus. La situazione si presenta difficile anche nell’entroterra di Genova, di Savona e nel basso Alessandrino. 

A destare maggiore preoccupazione sono i comuni di Tiglieto (Ge) e Urbe (Sv), dove si è sviluppato un cluster a seguito di un matrimonio. La funzione religiosa è stata celebrata a Tiglieto, mentre il pranzo si è tenuto nel ristorante “Da Tonio” a Urbe. Il numero dei contagi nel comune di Tiglieto ammonta a circa dieci persone; a Urbe invece si aspetta ancora che i tamponi vengano effettuati.

Il sindaco di Urbe Fabrizio Antoci denuncia una completa disorganizzazione in quanto è presente uno scarso dialogo con ASL 2 in merito a tamponi e tracciamenti, cosa che non era accaduta nella prima ondata di Covid-19. Il comune conta sull’aiuto dei volontari della Croce Rossa che si occupano di portare i malati in ospedale e di riaccompagnarli a casa, sanificando poi l’ambulanza. 

Nel comune di Tiglieto, inoltre, è stato chiuso il municipio per un caso di positività. Il sindaco Giorgio Leoncini: “Stiamo facendo tutti privatamente il tampone e se darà esito negativo riapriremo il municipio già in settimana; vorrei riaprire quanto prima l’ambulatorio cardiologico gratuito sospeso per COVID ma temo che la cosa non sia così immediata”.

In Valle Stura la situazione è un po’ meno complicata; tuttavia a Rossiglione una seconda media verrà chiusa per casi di positività. Il consigliere comunale delegato alla sanità Omar Peruzzo comunica che il virus è gestito da medici di medicina generale e che l’uso della mascherina è stato maggiormente sensibilizzato, così come il distanziamento sociale e la santificazione delle mani grazie all’aiuto della Protezione Civile e della Croce Rossa. I volontari si occuperanno inoltre dell’assistenza “pronto farmaco e spesa” a tutela delle fasce più deboli. 

A Campo Ligure, infine, la squadra di calcio ha sospeso le attività per casi accertati di contagi e due residenti del paese stanno per concludere il periodo di quarantena. I contagi relativi al medesimo cluster si sono in parte estesi al comune di Molare nel basso Alessandrino, dove attualmente sono presenti quattro positivi di cui tre ricoverati. 

Tutti i sindaci e gli assessori denunciano quasi all’unisono il completo disinteresse per una situazione che potrebbe aggravarsi ulteriormente nei prossimi mesi.

Chiara Manganaro

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium