/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 11 dicembre 2020, 17:32

Omicidio suicidio di Casanova Lerrone, ascoltato il medico curante di Testa: la Procura acquisirà la documentazione sanitaria

Domani, sabato 12 dicembre, alle 15.00, nella chiesa parrocchiale S.S. Annunziata di Bastia d’Albenga l'ultimo saluto alla 29enne Jessica Novaro

Omicidio suicidio di Casanova Lerrone, ascoltato il medico curante di Testa: la Procura acquisirà la documentazione sanitaria

Lo aveva in cura da pochi anni il medico curante di Corrado Testa, da lì la decisione della Procura di acquisire la sua documentazione sanitaria, anche se è stato acclarato il suo stato depressivo.

Il dottore del 56enne, che domenica scorsa ha ucciso a Casanova Lerrone in frazione Vellego la figlia 29enne dell'ex compagna Jessica Novaro, è stato ascoltato dal pm Maddalena Sala ma non sarebbero emerse sostanziali novità sullo stato di salute psicofisica dell'uomo che 9 anni prima aveva perso la moglie a causa di un incidente agricolo.

Intanto è stato fissato per domani, sabato 12 dicembre, alle 15.00, nella chiesa parrocchiale S.S. Annunziata di Bastia d’Albenga l'ultimo saluto a Jessica. L'omicida invece verrà trasportato lunedì direttamente al cimitero di Casanova Lerrone.

L'uomo era andato a casa della ex compagna Maria Donzella, nel quale c'era stata una discussione con la figlia e all'improvviso Testa aveva imbracciato la pistola che aveva con sé sparando, all'altezza del bacino alla giovane.

La ragazza era poi uscita di casa per chiedere aiuto e arrivata in piazza è stramazzata al suolo: la madre l'aveva raggiunta e aveva visto la figlia morente sul suolo. A quel punto l'uomo, preso da sensi di colpa, si era sparato uccidendosi.

Prima di quel giorno ai carabinieri non erano giunte denunce, nemmeno confidenze o segnalazioni anonime che avrebbero potuto far ipotizzare ad un epilogo simile.

La pistola, una Beretta calibro 9, utilizzata da Testa era stata detenuta senza regolare denuncia (i fucili trovato nell'abitazione invece erano stati denunciati) e su questo oltre ai carabinieri stanno indagando anche i Ris di Parma.

Le forze dell'ordine avevano ascoltato per diverse ore la madre di Jessica, amici e parenti per capire cosa possa aver scatenato la follia di Corrado Testa.

Luciano Parodi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium