/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 12 dicembre 2020, 11:13

Maxi rissa al Picasso, colpisce con un pugno sul naso il massaggiatore del Quiliano: condannato difensore della Dianese

Nel dicembre 2017 al triplice fischio della partita di prima categoria Quiliano&Valleggia-Dianese&Golfo l'episodio che ha portato alla condanna di un anno per lesioni per Matteo Calandrino

Maxi rissa al Picasso, colpisce con un pugno sul naso il massaggiatore del Quiliano: condannato difensore della Dianese

Condannato a un anno per lesioni volontarie aggravate. Questa la sentenza di condanna in Tribunale a Savona del giudice Giorgia Felisatti nei confronti del difensore capitano della Dianese Matteo Calandrino che secondo l'accusa avrebbe colpito con un pugno sul naso il massaggiatore del Quiliano Federico Armellino (difeso dal legale Giovanni Sanna) all'interno del campo sportivo “Picasso” la domenica del 17 dicembre del 2017 al triplice fischio della partita di prima categoria Quiliano&Valleggia-Dianese&Golfo, match vinto per 1-0 nei minuti di recupero dalla squadra di casa.

Fatto che aveva poi scatenato una maxi rissa che aveva portato, oltre all'intervento dei carabinieri, anche a soccorrere dalle ambulanze 4 feriti: gli stessi Calandrino e Armellino, il mister del Quiliano Enrico Ferraro e il giocatore della Dianese Luca Arrigo.

Il giudice, dopo aver ascoltato le diverse testimonianze del pm, delle parti civili e della difesa, lo ha condannato considerando che il calciatore avrebbe colpito il massaggiatore senza alcuna giustificazione.

I testi della difesa nella penultima udienza avevano specificato che a scatenare la rissa sarebbe stato una testata inferta da un giocatore del Quiliano a uno della Dianese e che Calandrino avrebbe colpito Armellino per paura. Una tesi che però non ha convinto il giudice che ha creduto alla diverse testimonianze fornite dai giocatori e dirigenti del Quiliano.

L'avvocato difensore di Calandrino Gianvito Garassino probabilmente deciderà di non fare ricorso in appello, valutando di trovare un accordo con la parte offesa. Calandrino dovrà pagare una provvisionale di 2 mila euro.  

Sono stati trasmessi gli atti alla Procura per la testimonianza del calciatore della Dianese Antonio Numeroso.

Luciano Parodi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium