/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 20 aprile 2021, 12:12

Upa, rinnovato l'accordo con Carige. Berlangieri: "Per ripartire ci serve quella liquidità che dallo Stato non è arrivata" (VIDEO)

Agevolazioni per rispondere in maniera efficace e tempestiva alle necessità delle aziende. Guaitani (Carige): "Risorse anche per ripartire e migliorare la competitività delle imprese del territorio"

Upa, rinnovato l'accordo con Carige. Berlangieri: "Per ripartire ci serve quella liquidità che dallo Stato non è arrivata" (VIDEO)

Conferma il proprio impegno in sostegno del settore turistico alberghiero Banca Carige. Lo fa, con la presenza del suo Chief Commercial Officer, Gianluca Guaitani, confermando e rinnovando la partnership con l’Unione Provinciale Albergatori savonese, rappresentata all'incontro di stamani in Unione Industriali dal suo presidente Angelo Berlangieri.

L'accordo di collaborazione prevede una serie di agevolazioni e di condizioni di favore per rispondere efficacemente e tempestivamente alle esigenze in ambito finanziario delle imprese associate, sia per quanto riguarda i finanziamenti (attraverso varie forme di affidamento a breve e a medio/lungo termine), sia per quanto attiene l’utilizzo di altri servizi bancari essenziali.

Sono inoltre a disposizione delle imprese turistico-ricettive del Savonese tutte le misure di sostegno che Carige ha messo in campo per superare l’emergenza pandemica, misure che non solo recepiscono i provvedimenti governativi ma li integrano e li rafforzano.

"Questo accordo rafforza ulteriormente il rapporto privilegiato che Banca Carige da sempre ha con gli albergatori – afferma Gianluca Guaitani - La nostra conoscenza diretta e la nostra capacità di ascolto delle esigenze degli operatori della ricettività vogliono essere di supporto alla ripartenza di un settore che è trainante per l’economia locale e che più di altri ha subito i contraccolpi del lock down. Il nostro sostegno mira a consentire il superamento delle difficoltà contingenti di questa fase così delicata, ma anche ad individuare soluzioni ad hoc per lo sviluppo di progetti che consentano alle imprese di ripartire su basi di maggiore competitività".

In questa fase di grandissima difficolta a tutti livelli - ribadisce Berlangieri - trovare partner che possano darci fiducia, che ci assistano da un punto di vista creditizio è vitale. Uso questo aggettivo non a sproposito. Tutti noi sappiamo quanto oggi il cash flow delle aziende sia pari a zero, tutti sappiamo che le spese corrono ma siamo certi che il futuro potrà essere roseo. E in questa fase di transizione Carige non solo può contribuire al restare in vita delle aziende attraverso i vari servizi bancari, ma può metterci nelle condizioni di sviluppare e migliorare le strutture ricettive e i servi offerti ai nostri clienti".

Il numero uno degli albergatori poi non risparmia, come già in altre occasioni, una stoccata al Governo: "Abbiamo sempre lamentato di non aver avuto sostegni adeguati dallo Stato, facendo notare loro non si può ripartire come fossimo un interruttore, ma servono tempo e investimenti". Ingredienti non arrivati da Roma: "Purtroppo le risorse non sono arrivate da chi di dovere, quindi con questo accordo riusciamo ad avere quella liquidità indispensabile per affrontare la ripartenza, che speriamo avvenga tra qualche settimana".

"Mi piace anche sottolineare - conclude Berlangieri - che oggi il valore delle aziende passa attraverso la conoscenza, la competenza e la disponibilità umana delle persone che le costituiscono e questi requisiti li abbiamo trovati pienamente in Banca Carige”.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium