/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Vendo divano in pelle 3 posti, marca Divani&Divani, colore verde acquamarina chiaro. Ottime condizioni, no macchie,...

part-time pomeridiano disponibile ponti primaverili e stagione estiva 2018 pescheria friggitoria in Celle Ligure...

Per il comune di Pietra Ligure (SV) . Ottima zona per presenza Ospedale Santa Corona e turismo, bassi costi di...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | mercoledì 14 giugno 2017, 14:45

A Laigueglia in progetto la realizzazione di una "barriera corallina"

Il sindaco Maglione: “Abbiamo approvato in giunta un progetto di potenziamento delle strutture per la difesa dell’ecosistema della Baia del Sole e per il ripopolamento ittico studiato dall’ing. Paolo Gaggero di Savona”

Laigueglia punta sul suo mare e dà il via ad un importante progetto che porterà al ripopolamento ittico di tutto il golfo, attirando conseguentemente un turismo specifico che nel piccolo borgo della riviera di ponente troverà sia la possibilità di dedicarsi alla pesca sportiva e alle attività di pescaturismo, che a quelle di snorkeling ed osservazione.

Spiega il sindaco Maglione: “Abbiamo approvato in giunta un progetto di potenziamento delle strutture per la difesa dell’ecosistema della Baia del Sole e per il ripopolamento ittico studiato dall’ing. Paolo Gaggero di Savona”.

In pratica il provetto vedrà il posizionamento nello specchio d'acqua marino antistante al golfo di Laigueglia di 5 o 6 moduli che solitamente venivano utilizzati in edilizia e che verranno a poco a poco popolati da fauna e flora marina trovando in questi un habitat ideale per insediarsi.

Una sorta, insomma, di barriera corallina artificiale che verrà popolata nel giro di breve tempo e dove si potranno praticare attività legate all'osservazione delle varie specie in autonomia o con la collaborazione di diving autorizzati od anche attività di pesca.

“Adesso – spiega il sindaco – manca il passaggio in Regione dove a breve verrà convocata una conferenza di servizi e successivamente cercheremo di accedere ai fondi europei già esistenti e dedicati a progetti che vedono il mare come protagonista. Saranno necessari circa 100 mila euro per realizzare il nostro progetto, ma speriamo di poter posizionare i moduli già ad ottobre di quest'anno per essere pronti con le prime attività magari già l'estate prossima”.

Questo progetto fa parte di una serie di iniziative rivolte a valorizzare la vocazione marittima della cittadina, un tempo borgo di pescatori, che oggi si regge sul turismo balneare e sulla capacità attrattiva di tutto quanto è legato al mare.

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore