/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 23 agosto 2019, 17:52

Cuccioli di cinghiale uccisi a Bergeggi, il sindaco Arboscello: "Procederò immediatamente alla verifica di quanto accaduto"

"In attesa di ricevere i dovuti chiarimenti è mio dovere però chiedere a tutti di non strumentalizzare la vicenda, 'criminalizzando' un intero paese, totalmente ignaro di quanto avvenuto".

Cuccioli di cinghiale uccisi a Bergeggi, il sindaco Arboscello: "Procederò immediatamente alla verifica di quanto accaduto"

"In riferimento a quanto appreso dagli organi di stampa e segnalato da alcuni cittadini,  riguardante la cattura e il successivo abbattimento di cinghiali avvenuta nel territorio di Bergeggi, tengo a precisare che procederò immediatamente alla verifica puntuale e approfondita di quanto accaduto". Così il sindaco di Bergeggi Roberto Arboscello in merito all'uccisione di due cuccioli catturati in una gabbia, appositamente sistemata in via millelire su richiesta del proprietario di alcune “fasce” sottostanti (leggi QUI).

"Infatti per quanto concerne il fatto riportato, risalente ai giorni di martedì e mercoledì - prosegue Arboscello - non ero al corrente nè di eventuali problemi di pubblica incolumità nè tanto meno di un eventuale intervento. Prima di rilasciare dichiarazioni a riguardo preferisco approfondire le motivazioni e le modalità dell'intervento stesso".

"In passato, qualche mese orsono - aggiunge ancora il primo cittadino - a seguito di ripetute segnalazioni da parte di numerosi cittadini, che evidenziavano la presenza di ungulati in centro paese con situazioni di pericolo dovute soprattutto ad aggressioni nei confronti di persone accompagnate a cani, era stato necessario emettere un'ordinanza per pubblica incolumità, con seguente intervento della Polizia Regionale, che aveva portato alla cattura e successiva liberazione in altro luogo di 13 esemplari di cinghiale".

"In attesa di ricevere i dovuti chiarimenti è mio dovere però chiedere a tutti di non strumentalizzare la vicenda, 'criminalizzando' un intero paese, totalmente ignaro di quanto avvenuto,  che è sempre stato in prima linea nella difesa e tutela ambientale e che continuerà ad esserlo. Le problematiche di questo genere sono sempre state affrontate in passato in piena collaborazione con le Autorità competenti, mai sollevando alcun problema e nel pieno rispetto della sensibilità di tutti". 

"E' mia intenzione continuare su questa strada, partecipando attivamente, nel caso fosse necessario, ad un tavolo di discussione tecnico sul regolamento regionale di gestione dei cinghiali, che sia il più condiviso possibile" conclude infine il sindaco di Bergeggi.

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium