/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 30 ottobre 2019, 15:50

Savona, scena muta davanti al Gip per il 23enne che ha ingerito 90 ovuli di eroina e cocaina

Si è avvalso della facoltà di non rispondere davanti al giudice per le indagini preliminari, il giovane nigeriano arrestato sabato scorso e attualmente ricoverato in ospedale

Immagine d'archivio

Immagine d'archivio

Ha ingerito 90 ovuli di eroina e cocaina e ora è ricoverato all'ospedale San Paolo di Savona. Scena muta davanti al Gip Fiorenza Giorgi per il 23enne nigeriano arrestato sabato scorso dalla polizia ferroviaria e dalla squadra mobile con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, oltre alla resistenza a pubblico ufficiale.

Il giovane, che aveva ingerito 90 ovuli di eroina e cocaina e attualmente è ricoverato all'ospedale San Paolo di Savona si è avvalso della facoltà di non rispondere nella sua stanza di ospedale di fronte al giudice per le indagini preliminari.

Sabato scorso, intorno all'ora di pranzo, l'extracomunitario era stato visto da un agente della Polfer di Albenga sul treno che da Ventimiglia si dirigeva a Savona assumere atteggiamenti nervosi e insospettito aveva iniziato a controllarlo fino all'arrivo al capolinea.

L'agente, che l'ha tenuto d'occhio per tutto il viaggio, ha contattato la Polizia ferroviaria e la squadra mobile della polizia di Savona che immediatamente ha effettuato tutti i controlli perquisendo il giovane in stazione. Ma l'esito era stato negativo in quanto aveva addosso soldi, cellulari e sim e nient'altro, l'uomo non tranquillo ha però ha dato in escandescenza costringendo le forze dell'ordine a effettuare ulteriori controlli.

Avvertito il pubblico ministero di turno che ha disposto gli esami radiografici, la polizia lo ha condotto al nosocomio savonese dove è emerso che il 23enne aveva ingerito gli ovuli, presenti nell'intestino e al momento, secondo le prime informazioni, si attestano sulle 68 unità, 51 di eroina e 17 di cocaina.

Ne mancherebbero ancora 22 e le sue condizioni di salute sarebbero ancora a rischio in quanto se anche solo un ovulo si aprisse potrebbe mettere a repentaglio la sua vita. Gli ovuli dal peso di 10 grammi l'uno, porterebbero la sostanza stupefacente ad arrivare a circa un kg.

Luciano Parodi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium