/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 07 novembre 2020, 10:38

Bimbo di 8 mesi in preda a convulsioni e crisi respiratoria: salvato dalla Croce Rossa di Loano

L'ambulanza è stata fermata dai genitori del piccolo mentre era diretta in autostrada per un altro soccorso

Bimbo di 8 mesi in preda a convulsioni e crisi respiratoria: salvato dalla Croce Rossa di Loano

"Esperienze drammatiche ma piene di insegnamenti". Questo il post pubblicato questa mattina sulla propria pagina Facebook dalla Croce Rossa di Loano. 

"Ci sono turni tranquilli, ci sono quelli dove ti chiamano in continuazione, poi ci sono quelli dove, su un intervento, ti trovi improvvisamente a fare delle scelte e hai pochi secondi per decidere. Queste cose non le puoi prevedere, le vivi sul momento e non ci si può abituare" prosegue la pubblica assistenza. 

"Esci per un codice rosso cardiocircolatorio in un area di sosta autostradale. Corri, ti dirigi verso l'autostrada quando improvvisamente una macchina ti punta frontalmente segnalando con luci e clacson. Ci fermiamo un secondo giusto per capire il motivo di questa manovra azzardata. Dentro la macchina ci sono due genitori in preda al panico, che ci implorano di aiutarli, il loro bimbo di 8 mesi ha le convulsioni, è semi cosciente ed è in crisi respiratoria". 

"Ci guardiamo un attimo negli occhi e pensiamo la stessa cosa 'siamo fermi e abbiamo un codice rosso che dobbiamo raggiungere'... Ma il bimbo sta molto male, noi in quel momento siamo più vicini all'ospedale che al luogo del codice rosso. Prendiamo i parametri al bimbo e contemporaneamente avvisiamo la nostra centrale operativa che ci conferma di caricare il bimbo e andare in PS, sul codice rosso in autostrada viene mandata un altra ambulanza". 

"Sono attimi nei quali mantenere la calma non è facile ma ci si deve riuscire, sono cose che non impari nei corsi, sono imprevisti e bisogna essere razionali anche se sai che in quel momento ci sono due vite in pericolo e tu non puoi essere in due posti contemporaneamente - conclude la pubblica assistenza loanese - Ora sia il bimbo che l'altro paziente sono nelle mani dei medici e degli infermieri". 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium