/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 05 gennaio 2021, 12:06

Ex Mondomarine di Savona, solidarietà dai cancelli dell'azienda per i 13 lavoratori senza contratto

La Palumbo Superyachts a inizio mese aveva deciso di non rinnovare loro il contratto. Si attende fine gennaio per sapere a chi verrà affidata la concessione

Ex Mondomarine di Savona, solidarietà dai cancelli dell'azienda per i 13 lavoratori senza contratto

13. Questi i lavoratori dell'ex azienda Mondomarine a Savona ai quali dal 31 dicembre non è stato rinnovato il contratto da parte di Palumbo Superyachts.

Questa mattina sono stati posizionati a lato del cancello dell'azienda due cartonati rappresentanti proprio la cifra dei dipendenti rimasti senza lavoro.

Lo scorso 29 dicembre nella riunione del Comitato di Gestione dell'Autorità Portuale la concessione degli ex cantieri Mondomarine non era all'ordine del giorno ma era stato comunque un tema discusso e che verrà sicuramente trattato nella prossima riunione di fine gennaio, inizio febbraio.

Attualmente il cantiere è in mano ancora all'azienda navale cantiere partenopea che aveva deciso ad inizio mese di non rinnovare il contratto proprio ai 13 lavoratori. Da lì la protesta dei dipendenti che avevano incrociato le braccia all'interno dell'azienda dando vita ad un'assemblea permanente, con un successivo incontro dei sindacati e dell'rsa in Prefettura con il Prefetto Antonio Cananà.

In corsa per l'aggiudicazione della concessione (il bando era scaduto a settembre), ci sarebbe proprio Palumbo, Monaco Marine e probabilmente un altro soggetto (da indiscrezioni pare sia la Mariotti-San Giorgio di Genova).

"La pratica verrà presa in visione alla fine di gennaio, prima settimana di febbraio, nel frattempo i tredici lavoratori saranno lasciati a casa e andranno in disoccupazione da gennaio aspettando la decisione di Autorità Portuale - aveva spiegato Franco Paparusso, UIL - a questo punto se si aggiudicherà la concessione Palumbo abbiamo un accordo che i 31 lavoratori (al tempo erano 47) vengano tutti ripresi, se invece dovesse vincere qualcun altro si potrebbero riaprire i giochi per tutti i dipendenti".

In ballo c'è anche il ricorso al Consiglio di Stato di Palumbo che aveva contestato la decisione dell'Autorità Portuale di riaprire la gara per la concessione ventennale delle aree dopo i ricorsi, accolti, al Tar di Monaco Marine e Rodriguez (i quali si erano opposti all'assegnazione delle aree). La sentenza dovrebbe arrivare ad aprile.

Luciano Parodi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium