/ Attualità

Attualità | 16 ottobre 2021, 13:14

Il presidente Toti e il principe Alberto di Monaco al mondiale di bocce di Alassio: scambio di doni e premiazioni

"Sintesi delle tradizioni che guardano al futuro, della competizione e della valorizzazione del territorio"

Il presidente Toti e il principe Alberto di Monaco al mondiale di bocce di Alassio: scambio di doni e premiazioni

I complimenti a tutti gli atleti di questa giornata, è un bel sabato di sport che chiude una grande estate di sport per il nostro Paese, dagli Europei di Calcio alle Olimpiadi fino ai Mondiali di bocce qui ad Alassio dove gli Azzurri hanno portato a casa due vittorie. Direi che non potevamo ripartire meglio dopo un periodo difficile e doloroso per tutti noi”.

Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti che questa mattina, insieme al Principe Alberto di Monaco e al sindaco di Alassio Marco Melgrati, alle sfide del Mondiale Femminile & Senior di bocce presso il PalaRavizza della cittadina rivierasca.

Siamo veramente onorati di ospitare questa manifestazione sportiva - aggiunge Toti - in una delle perle della nostra riviera, dove sono arrivati atleti e squadre da tutto il mondo in questa settimana di grande sport, di competizione ma anche di divertimento e turismo di qualità. È una bella sintesi delle nostre tradizioni che guardano al futuro, della competizione sportiva e anche della valorizzazione del territorio". 

"Ringrazio per la sua presenza il Principe Alberto di Monaco che si dimostra ancora una volta un amico della nostra regione e un partner importante per molte iniziative, basti pensare all’inaugurazione poche settimane fa del nuovo porto di Ventimiglia realizzato da capitali monegaschi" ha quindi detto ancora il governatore.

"Il mio auspicio - prosegue il presidente della Regione - è che questa giornata di sport e questa bella settimana ad Alassio sia benaugurante per un anno in cui ci lasciamo finalmente alle spalle le difficoltà che abbiamo vissuto e ricominciamo a vivere, compreso il fatto di poter stare insieme, oggi, in un palazzetto dello sport, cosa non scontata fino a qualche settimana fa".

"Il fatto che tutto questo accada all’indomani dell’introduzione del green pass nei luoghi di lavoro - conclude - quando sembrava che il Paese dovesse esplodere mentre alla fine tutto è andato molto bene, ci dice che abbiamo imboccato la strada giusta”.

Redazione - foto di Silvio Fasano

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium