/ Attualità

Attualità | 02 dicembre 2021, 19:19

Funivie, dal Mims rassicurazioni su ricostruzione e cig. I sindacati: "Irrisolto il nodo commissario per la concessione"

Le organizzazioni sindacali hanno rinnovato al ministero le proprie richieste: "Fondamentale un commissario per la gestione e una concessione temporanea in attesa del nuovo bando"

Funivie, dal Mims rassicurazioni su ricostruzione e cig. I sindacati: "Irrisolto il nodo commissario per la concessione"

Trovato il milione mancante per la ricostruzione dei piloni crollati nell'autunno del 2019, con l'impianto pronto a tornare in funzione entro i primi 10 mesi dell'anno prossimo venturo, e la verifica col Ministero del Lavoro sugli ammortizzatori sociali nel caso in cui la società mettesse in liquidazione l'azienda, garantendo comunque la cassa integrazione almeno fino al mese di agosto 2022.

Sono queste le rassicurazioni giunte ai sindacati confederali (Cgil, Cisl e Uil con le rispettive segreterie del settore trasporti), alle istituzioni locali (Regione Liguria, Comuni di Savona e Cairo Montenotte, Provincia di Savona) e al prefetto Cananà  nell'incontro pomeridiano avvenuto col Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile, rappresentato dai dirigenti Di Matteo e Mautone, che ha visto partecipare anche il commissario per la ricostruzione Maugliani.

Chiare le richieste delle organizzazioni sindacali e delle istituzioni locali, che non hanno mancato di sottolineare ancora una volta la strategicità dell'infrastruttura sia dal punto di vista logistico che ambientale, a partire dallo stanziamento delle risorse necessarie per garantire l'immediata ricostruzione, la messa a terra del bando per i lavori entro fine 2021 così come indicato dal commissario per la ricostruzione e quindi la messa in funzione della linea stessa entro fine 2022.

Ribadita la richiesta di nomina di un commissario per la gestione della concessione al fine di garantire la continuità dei contratti di lavoro di tutti i dipendenti e la redazione del bando di gara per l'assegnazione della concessione, le parti hanno chiesto al Mims anche l’affidamento di un piano straordinario di manutenzione della linea.

Non è potuto quindi mancare il richiamo all’individuazione di un progetto per un rilancio dell'intera filiera delle rinfuse attraverso un sistema integrato ferro-fune e parchi che possa rispondere al meglio sia dal punto di vista occupazionale, industriale e ambientale tenendo conto delle proposte contenute nel documento di Cgil, Cisl e Uil.

"È fondamentale la nomina di un commissario per la gestione della concessione per assicurare la continuità operativa e per prepararsi alla ripartenza. Contrariamente si rischia che ci sia la ricostruzione della linea senza i lavoratori: sarebbe assurdo e profondamente sbagliato. Occorre una concessione temporanea in attesa del nuovo bando, così come già avvenuto tra il 2007 e 2010" hanno ribadito in una nota a margine dell'incontro le sigle sindacali.

"Rimane irrisolto il nodo del commissario per la concessione: nodo fondamentale che si sono impegnati a considerare nelle prossime settimane con Regione Liguria ed Autorità Portuale di Sistema Portuale - aggiungono Cgil, Cisl e Uil insieme a Filt, Fit e Uiltrasporti - È preoccupante che dopo due anni e diverse analisi effettuate si debbano ancora realizzare analisi di mercato senza tenere in adeguata considerazione i benefici logistici, ambientali ed occupazionali di un rinnovato e diverso utilizzo dell’infrastruttura".

A lasciare perplessi i sindacati è però stata l'assenza del presidente Toti all'incontro: "Gli era stato chiesto di partecipare visto l'importanza della riunione e la responsabilità politica che riveste un presidente di Regione che, se pur invitato dal ministero, non si è presentato".

Intanto, su richiesta esplicita dei presenti, il ministero si è impegnato a riconvocare l'incontro entro i primi giorni del 2022.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium