/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 30 marzo 2020, 17:35

Coronavirus, il Comune di Loano modifica il bilancio: “Contributo da 64 mila euro per le famiglie più bisognose”

Una prima prima misura di sostegno riguarda l'acquisto di generi alimentari

Coronavirus, il Comune di Loano modifica il bilancio: “Contributo da 64 mila euro per le famiglie più bisognose”

L'amministrazione comunale di Loano e gli uffici competenti sono al lavoro per rivedere il bilancio dell'Ente alla luce delle recenti misure finanziarie varate dal governo e dalla Regione Liguria per cercare di limitare i contraccolpi economici a carico di famiglie ed imprese colpite dall'emergenza coronavirus.

Il sindaco Luigi Pignocca e l'assessore al bilancio Enrica Rocca precisano: “Il prossimo decreto del presidente del consiglio dei ministri ci fornirà maggiori dettagli, ma in questa fase stiamo cercando di rimodulare il più possibile le entrate e le uscite di tutti i settori del Comune. L'obiettivo primario è andare il più possibile incontro alle esigenze dei nostri concittadini e delle nostre attività produttive che da settimane devono fare i conti con il cosiddetto 'lockdown', cercando di garantire (e dove necessario potenziare) quei servizi che, in questo momento, risultano prioritari per salvaguardare i loanesi ed i nostri esercizi commerciali”.

Una prima prima misura di sostegno riguarda l'acquisto di generi alimentari. L'ordinanza numero 658 del capo del dipartimento di protezione civile stabilisce in 64.045,82 euro il contributo spettante al Comune di Loano per interventi in materia di “solidarietà alimentare”. Tali risorse provengono dal fondo nazionale (che ammonta a 400 milioni di euro complessivi) annunciato nei giorni scorsi dal premier Giuseppe Conte e dal ministro dell'economia Roberto Gualtieri.

Quest'oggi la giunta comunale di Loano ha approvato una variazione al bilancio in via di urgenza per rendere immediatamente disponibili i fondi: “Queste risorse – spiega ancora l'assessore Enrica Rocca – potranno essere 'trasformate' in buoni spesa utilizzabili per l'acquisto di alimenti presso determinati esercizi commerciali della città o potranno essere utilizzati per acquistare generi di prima necessità da distribuire ai cittadini più in difficoltà. I beneficiari di questi aiuti (nonché l'importo di ciascun contributo) saranno individuati dai servizi sociali comunali tra i nuclei famigliari più esposti agli effetti economici derivanti dall'emergenza Covid-19 e tra quelli in stato di bisogno. L'obiettivo, naturalmente, è soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali di coloro i quali non godono già di sostegni economici pubblici”.

“Le misure promosse dall'ultimo Dpcm e quelle successive adottate da Regione garantiscono un certo sostegno alle fasce più fragili della cittadinanza, ma ovviamente è necessario che anche le amministrazioni comunali mettano in campo, per quanto di loro competenza, iniziative volte a ridurre il più possibile le ricadute negative prodotte da questa situazione. Come amministrazione garantiamo impegno massimo e costante. Insieme ce la faremo”, conclude il sindaco Pignocca.

Comunicato Stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium