/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 01 giugno 2020, 15:36

Comune di Alassio, ricorso SCT: la parola torna al Tar

La Corte Costituzionale dichiara non fondata la questione di legittimità costituzionale

Comune di Alassio, ricorso SCT: la parola torna al Tar

"Non è vero. La Corte Costituzionale non ha accolto ricorso alcuno - è la prima reazione di Franca Giannotta, Assessore agli Affari Legali del Comune di Alassio alla lettura dell'articolo pubblicato su una nota testata locale stamani - La vicenda si riferisce ad eventi legati alla precedente amministrazione e in particolare al ricorso presentato al TAR dalla ditta SCT, ex gestore degli stalli blu della Città del Muretto, a seguito dell'affidamento a Gesco della gestione dei parcheggi cittadini. L'Amministrazione Canepa aveva infatti portato in  Consiglio Comunale la scelta di preferire l'in house providing attraverso la Gesco illustrando come l'operazione presentasse le caratteristiche di economicità necessarie. Il Tar, in attesa di esprimersi, ha ritenuto di sollevare la questione di legittimità costituzionale dell'art. 192​comma 2 del D. Lgs. 18.4.2016, n. 50, nella parte in cui prevede che le stazioni appaltanti diano conto nella motivazione del provvedimento di affidamento in house“delle ragioni del mancato ricorso al mercato”, per contrasto con l’art. 76 della Costituzione, in relazione all’art. 1 lettere a) ed eee) della legge  28.1.2016, n. 11.​. Il giudizio era stato quindi sospeso". 

"Dopo questa sentenza - spiega Giannotta -  il Tar dovrà entrare nel merito della documentazione prodotta e delle motivazioni a sostegno dell'affidamento. La vicenda non è dunque conclusa, ma dopo la notizia letta oggi  è doveroso da parte mia​chiarire i termini della vicenda che per ora non risulta affatto conclusa".

Comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium